Home Page » Catalogo » Libri »

LO STATUTO COMUNALE DEL CASTELLO DI SILVI DEL 1553 12.00€ 10.20€

Il Castello di Silvi sorge in epoca romana. I primi abitanti si raccol- gono sull›altura tra la terza e ultima guerra sannitica (dal 298 a.C. al 290 a.C.) e la fine della prima guerra punica (258 a.C.). Lo Statuto Comunale dello stesso Castello, vigente dal 1553, risulta conservato in Atri, fino al ritrovamento in una cassa di zinco, comprendente cose di Silvi e altro prezioso materiale archivistico nel 1967, da don Bruno Trubiani, ivi canonico e studioso, ossia zio e mio affabile maestro delle cose atriane, in quanto incaricato dall’autorità comunale del riordino della sede della locale Biblioteca.
Il documento, frutto di dure ricerche durate mesi ed espletate tra codici e incunaboli accatastati in locali bui e polverosi, mi viene fatto consultare, in quanto pronto e fiero, giovane studente di Giurisprudenza, attivo e coinvolto collaboratore. Siamo al cospetto di un manoscritto in volgare di cm 28,3 x 22.0, legato sul dorso con 4 legacci di cuoio, che consta di 34 carte, di cui le ultime 4, bianche e numerate.
Il complesso delle regole comunali è caratterizzato, non solo da necessità amministrative e dal vivo senso di autonomia cittadina del periodo in cui è redatto (1553), ma è frutto di un preciso disegno della monarchia aragonese, la cui costante politica tende ad appoggiare il processo autonomistico delle comunità locali, in modo così da provocare l’indebolimento dei signori feudali.

Enrico Trubiano
LO STATUTO COMUNALE DEL CASTELLO DI SILVI DEL 1553
Introduzione di Antonio Gambacorta
Prefazione di Massimo Pasqualone
Edizioni Tabula fati
[ISBN-978-88-7475-671-1]
Pagg. 112 + 8 a c. - € 12,00
Recensioni
Categorie
Produttori
Ricerca Veloce
 
Usa parole chiave per cercare il prodotto desiderato.
Ricerca avanzata
Accettiamo
0 prodotti
Condividi Prodotto
Condividi via E-Mail
Condividi su Facebook Condividi su Twitter
Lingue
Italiano English Espanol
Prova